Cari amici e sostenitori di Verona Domani,

quest’anno abbiamo raggiunto un momento speciale. Il 3 febbraio abbiamo celebrato dieci anni di storia, di impegno civico sul territorio, dieci anni di lavoro necessari per costruire un contenitore liberale, dove la moderazione è un metodo, ovvero una prassi di tolleranza, prudenza e misuratezza.
Siamo partiti come una casa comune per molti amministratori di area moderata, stanchi delle rigide divisioni dei partiti, nel 2014 abbiamo deciso di creare una nuova idea di fare politica.
E che percorso incredibile abbiamo fatto!
Abbiamo avuto un Vicesindaco del Comune Capoluogo, fino a 5 Assessori in momenti diversi, fino a 6 Consiglieri Comunali a Verona, 3 Presidenti di Circoscrizione, Presidenti di importantissime Municipalizzate di Verona.
Oggi annoveriamo consiglieri regionali, provinciali, Sindaci, Vicesindaci, Assessori e Consiglieri in tutta la provincia. Contiamo quasi 1500 iscritti, più di 120 amministratori e più di 25 sezioni attive.

Personalmente, sento che è giunto il momento di fare politica senza guardare alle opportunità, costi quel che costi. So dove voglio andare, so che non sempre voglio seguire il vento dominante, e soprattutto ho imparato ad ascoltare me stesso. E credo che tutti dovremmo capirlo, perché è tempo di far evolvere il nostro movimento.
È giunto il momento di aprire una nuova fase, un nuovo capitolo della storia di Verona Domani.

Siamo pronti a continuare a lottare per i nostri valori, per una Verona migliore, ma senza perdere la nostra essenza, il nostro modo di essere. Alcune virtù da sempre ci contraddistinguono e caratterizzano: vivere il territorio, ascoltare le persone e risolvere i problemi di tutti i giorni.

Verona Domani è molto di più. Un gruppo organizzato che con programmazione e pianificazione sta progettando la Verona del Domani.

Grazie a chi c’è sempre stato, a chi c’è e a chi ci sarà. Siete la nostra energia!