Vinitaly: accoglienza inadeguata

Paolo Rossi, Consigliere comunale di Verona Domani, ha espresso il suo punto di vista sui cantieri aperti in città: “A differenza di quanto da un anno pronosticato dall’assessore Ferrari, i cantieri sono del tutto incompleti e in forte ritardo sui cronoprogrammi più volte annunciati. Questo significa aver preso in giro i cittadini senza essersi preoccupati della gestione concreta dei lavori. E che fine hanno fatto i lavori al parco di Santa Teresa promessi di partire a settembre 2023?”

Ha concluso: “il Vinitaly è una manifestazione di caratura internazionale e mondiale, meriterebbe una città molto più curata, segnaletica orizzontale sistemata, cantieri del centro chiusi e non orrende strisce d’asfalto tra via Roma e Castelvecchio, segnali elettronici Ztl coperti da mesi da orrendi teli neri o cantieri abbandonati da mesi come in via Diaz. Ci sarebbe bisogno di un’amministrazione molto più attenta alle reali esigenze dei veronesi e non di amministratori improvvisati che pensano esclusivamente a fare annunci che rimangono parole vuote e prive di fondamento”.